Quest’anno per conoscere meglio il corso estivo che organizziamo a fine agosto abbiamo deciso di creare delle “pillole”, dei piccoli post, pubblicati sui social, che raccontassero un po’ cosa succede al Poggio, e che fossero anche esplicativi per coloro che non hanno ancora avuto la fortuna di viverlo.

Abbiamo deciso di raccoglierle tutte qui, in questo post di blog.

  • “Non solo musica” si conosce solo se si vive.
    In questa nuova, piccola rubrica cercheremo di lasciarvi delle informazioni per pregustarlo al meglio…
    Il corso, come già annunciato, inizierà domenica 25 agosto con l’arrivo di docenti e partecipanti e terminerà domenica 1° settembre con un concerto conclusivo.
    Le lezioni cominceranno effettivamente il lunedì 26 agosto e, come gli scorsi anni, saranno divise tra “corsi di perfezionamento” e “corsi condivisi”.
    La distinzione tra le due tipologie non è tanto basata sull’età anagrafica, quanto sull’anzianità e sulla diversa finalità di studio. Sottolineiamo, perché spesso ci viene chiesto, che i corsi si rivolgono a ragazzi dagli 11 anni in su, senza ulteriori limiti d’età, soprattutto per quanto riguarda i corsi base.
  • I corsi “condivisi“, quest’anno per flautisti, violinisti, violoncellisti e pianisti, sono corsi di base destinati a ragazzi a partire dagli 11 anni. Non ci sono ulteriori limiti di età, quello che serve è voglia di suonare, di mettersi in gioco e di fare gruppo.
    Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di denominare i nostri corsi di base “condivisi”, perché i partecipanti condividono tutto, dalle lezioni di tecnica alla preparazione dei brani che verranno eseguiti durante i concerti; ci si concentra infatti molto più sulla musica d’insieme che sul lavoro individuale, sia tra stessa tipologia di strumenti che favorendo e incentivando il dialogo tra le varie classi.
  • I corsi di perfezionamento, invece, sono aperti a chi vuole sviscerare la propria preparazione strumentale, approfondendo la tecnica e poi lavorando su brani con lezioni individuali.
    Le lezioni sono di alto livello e destinate quindi a chi ha già una buona preparazione. Se siete insicuri su quale tipologia di corsi scegliere fateci un colpo di telefono, e vi indirizzeremo noi in base alle vostre esigenze e aspirazioni.
    Quest’anno a #NSM19 saranno attivati corsi di perfezionamento di flauto, pianoforte, violoncello, di musica da camera e di improvvisazione.
  • Dallo scorso anno abbiamo deciso di affiancare alle lezioni di strumento dei corsi che sono stati da noi definiti “special“. Sono corsi musicali ma diversi dalle lezioni classiche.
    In “Ritmi latini” si lavorerà sulla poliritmia suonando su perussioni provenienti da materiali di recupero.
    Con “Ginnastica della musica“, invece, approfondiremo il legame tra corpo, postura e respiro, fondamentali per un musicista (non solo per gli stumentisti a fiato!). I corsi “special” possono essere seguiti anche indipendentemente da quelli “condivisi” e di “perfezionamento”.
  • I nostri ragazzi suonano tanto, imparano la corretta postura e l’arte del respirare, a sentire il ritmo, ad amare l’ambiente e ad avere rispetto degli altri.
    Ma ascoltano anche tanto, grazie a lezioni aperte, e approfondimenti musicali. Una settimana davvero intensa e ricca.
  • Vi è per caso giunta voce che a NSM si lavano i piatti?
    È tutto vero! Dopo pranzo e cena i ragazzi, divisi in gruppi omogenei per età, lavano piatti, bicchieri e posate utilizzati da tutti, mentre altri spazzano per terra e preparano la sala mensa per il pasto successivo.
    In questo modo riusciamo a non utilizzare plastica o, peggio ancora, materiali non riciclabili. Inoltre, vi assicuriamo, è divertente pulire tutti insieme, soprattutto quando qualcuno fa partire la musica e si comincia a ballare e cantare… 🎶
    E, nell’ottica di noi adulti, è quasi commovente vedere i ragazzi più grandi aiutare i più piccini, poco più che bambini, alle prese con le pulizie.
  • Lavare i piatti, come abbiamo detto, ci aiuta a consumare meno plastica e materiale non riciclabile.
    Questa non è l’unica cosa che facciamo pensando all’ambiente: nel nostro corso, ad esempio, è obbligatorio imparare a fare la raccolta differenziata, guidati dalla nostra Eva, sempre fondamentale, soprattutto quando ci vengono dei dubbi.
    Grazie alle nostre cuoche, invece, mangiamo cibi di ottima qualità, biologici e a km zero, con pane fatto in casa e tante leccornie che fanno bene a noi e al mondo in cui viviamo.
  • A NSM i ragazzi più grandi aiutano i più piccoli, non solo quando si tratta di lavare i piatti! Per tutta la settimana i nostri TUTOR (nostri abitué cresciuti con noi) sono elementi fondamentali di raccordo tra i più piccoli, o i “nuovi”, i docenti e gli organizzatori.

Vi abbiamo fatto venire voglia di stare con noi?

Tutte le info tecniche le trovate a questo link… e per ogni informazione potete contattare musica.at.traverso@gmail.com

 

Buona musica!